Archivi tag: acquedotto pugliese

Depuratore consortile: noi Verdi, il cuore in pace non ce lo mettiamo, ma proprio per niente!!

Difficile immaginare qualcosa di più inutile dell’incontro organizzato ieri in prefettura dal presidente Emiliano, venuto più che ad ascoltare le nostre ragioni a ribadire le sue, con l’intenzione di chiudere la partita una volta per sempre.
Queste ragioni sono state da lui esposte e ripetute sino allo sfinimento, utilizzando sostanzialmente tre tipi di argomentazioni: Continua la lettura di Depuratore consortile: noi Verdi, il cuore in pace non ce lo mettiamo, ma proprio per niente!!

Verdi di Manduria: Sul depuratore non si ripetano gli errori del passato!!

10509753_10203386280769528_8437691152170610965_nQuanto andiamo apprendendo dalla stampa, unica fonte di informazione, per noi come per quasi tutti i cittadini manduriani, circa l’evolversi della vicenda relativa alla realizzazione del depuratore consortile, non può che farci preoccupare.
La sicurezza con cui la Consigliera regionale Franzoso ha parlato di condotta sottomarina, dando quasi per scontato che il progetto in fase di elaborazione da parte di AQP la preveda; la reticenza, per contro, dell’Assessore Giannini a rispondere a precise domande del giornalista, quasi volesse affrancarsi da ogni responsabilità decisionale, scaricandola sulle spalle dei tecnici; l’intervento del Sindaco di Sava, che sollecita i vertici regionali a fare presto e a iniziare i lavori per realizzare un depuratore, purché sia; le stesse dichiarazioni del Presidente Emiliano, che volendo tranquillizzare le popolazioni di Manduria e Avetrana, nonché i Consiglieri Regionali del territorio, Continua la lettura di Verdi di Manduria: Sul depuratore non si ripetano gli errori del passato!!

Depuratore Consortile: Il Ministero all’Ambiente ha reiterato il suo “no” all’ipotesi di riversare in pozzi sperdenti eventuali reflui depurati.

Protesta depuratore 5(52)Diniego Ministero all’Ambiente: noi Verdi lo abbiamo sempre affermato, i cinque chilometri dalla costa vincolano lo scarico in mare dei reflui.
Per noi Verdi, il progetto non era emendabile solo nella parte riguardante la destinazione finale dei reflui, ma andava rigettato in toto, a cominciare dalla sua localizzazione.
Ed ora che cosa resta da fare se non pretendere lo spostamento del sito, come si sarebbe dovuto fare sin dal principio e in tutti questi anni?

Continua la lettura di Depuratore Consortile: Il Ministero all’Ambiente ha reiterato il suo “no” all’ipotesi di riversare in pozzi sperdenti eventuali reflui depurati.

Depuratore, Aqp interpreta favorevolmente il parere del CNR. Nuovo inizio dei Lavori il 3 novembre.

vora hp
Come abbiamo più volte e in più sedi sostenuto, il parere del C.N.R., in merito alle soluzioni alternative allo scarico in mare del depuratore consortile Manduria-Sava, si è rivelato un boomerang, per non ripetere la parola “trappola”, pure da noi usata in qualche occasione.
Continua la lettura di Depuratore, Aqp interpreta favorevolmente il parere del CNR. Nuovo inizio dei Lavori il 3 novembre.

Depuratore, apprezzamento per l’iniziativa dei consiglieri regionali.

Governo-regionale

I Verdi di Manduria esprimono apprezzamento per l’iniziativa dei Consiglieri regionali dell’area ionica, fattisi promotori di un ordine del giorno, poi votato all’unanimità dal Consiglio, in cui si richiede la modifica del Piano di Tutela delle Acque. Con tale atto, dal valore essenzialmente etico e di indirizzo, si è posto all’attenzione del Consiglio il problema dei depuratori pugliesi che scaricano i reflui in mare. Esso potrebbe rappresentare un primo passo per lo scioglimento della vertenza che riguarda il depuratore di Manduria. Ci auguriamo infatti che ad esso si dia seguito in maniera concreta, dando il via all’iter procedurale che porti ad un atto deliberativo vero e proprio. Come abbiamo sempre sostenuto, al di là dei tecnicismi, la soluzione del problema prende avvio dall’espressione di una volontà politica. Purtroppo, non sempre in passato ordini del giorno moralmente impegnativi, pure votati all’unanimità, hanno avuto un seguito: un esempio fra tutti, la legge cosiddetta “50 e 50”, sulla parità di genere nella rappresentanza in Consiglio regionale.
Verdi Manduria

Clicca qui per leggere l’ordine del giorno: modifica PTA

Verdi Manduria: Depuratore, anno zero?

11295626_10205696149315092_8648354332119418165_n
La notizia che alcuni Consiglieri regionali della fascia Jonica si incontreranno venerdì prossimo a Bari con i vertici dell’Assessorato ai L.L. Pubblici e di Aqp per approfondire la questione del depuratore di Manduria, se da un lato ci rassicura circa l’interesse che i suddetti Consiglieri nutrono per la vicenda, dall’altro non può non destare in noi molte perplessità.
Continua la lettura di Verdi Manduria: Depuratore, anno zero?