Verdi: è stata confermata la costituzione di parte civile al processo Ambiente Svenduto

Pubblichiamo due comunicati stampa:
il primo, a firma dei Co-Portavoce provinciali dei Verdi, il secondo dei Verdi di Manduria.

ilva-tarantoDifendiamo il diritto alla salute dei cittadini della provincia di Taranto nel processo Ambiente Svenduto
E’ stata confermata la costituzione di parte civile dei Verdi nel più grosso processo ambientale del nostro territorio, quello denominato “Ambiente svenduto”, quello contro l’ilva.
Lo ha deciso la corte d’assise di Taranto, nell’udienza di oggi.
Questa decisione, premia il lavoro, gli sforzi, la caparbietà e la coerenza di Angelo Bonelli e di tutti i Verdi della provincia di Taranto.
Ringraziamo per il lavoro fin qui svolto, l’Avv. Anna Mariggiò.
La battaglia continua!!! Purtroppo c’è ancora bisogno dell’impegno dei Verdi per tutelare la salute dei cittadini della provincia di Taranto, come dimostra lo studio presentato ieri a Bari e condotto dal dott. Forastiere. Continua la lettura di Verdi: è stata confermata la costituzione di parte civile al processo Ambiente Svenduto

Verdi Manduria: Diossina a Manduria proveniente dall’ILVA

legambiente-sullallarme-diossina-a-taranto-fatto-gravissimo-chiediamo-che-i-commissari-ilva-chiariscano-subito-1456768665In Riferimento alla recente notizia del presunto trasporto avvenuto per molti anni a Manduria di sacchi contenenti cenere di lavorazione dell’Ilva e carichi di diossina, notizia resa nota dal presidente nazionale di Peacelink Alessandro Marescotti e successivamente riportata dai media locali, i Verdi di Manduria esprimono tutta la loro preoccupazione per gli effetti che tali sostanze possono aver provocato sulla salute dei cittadini e il territorio di Manduria.
Questa notizia, è la prova di quanto ci riguardi da vicino la questione dell’inquinamento proveniente dall’Ilva e che la distanza dalle ciminiere non ci rende immuni dall’incidenza di patologie sanitarie in aumento come indicato negli studi pubblicati recentemente dall’Istituto Superiore di Sanità, riferiti ai quartieri limitrofi. Continua la lettura di Verdi Manduria: Diossina a Manduria proveniente dall’ILVA

Depuratore Consortile: Il Ministero all’Ambiente ha reiterato il suo “no” all’ipotesi di riversare in pozzi sperdenti eventuali reflui depurati.

Protesta depuratore 5(52)Diniego Ministero all’Ambiente: noi Verdi lo abbiamo sempre affermato, i cinque chilometri dalla costa vincolano lo scarico in mare dei reflui.
Per noi Verdi, il progetto non era emendabile solo nella parte riguardante la destinazione finale dei reflui, ma andava rigettato in toto, a cominciare dalla sua localizzazione.
Ed ora che cosa resta da fare se non pretendere lo spostamento del sito, come si sarebbe dovuto fare sin dal principio e in tutti questi anni?

Continua la lettura di Depuratore Consortile: Il Ministero all’Ambiente ha reiterato il suo “no” all’ipotesi di riversare in pozzi sperdenti eventuali reflui depurati.

Verdi di Manduria: Solidarietà e Vicinanza ad Angelo Bonelli

74297_141260082589173_7796241_nI verdi di Manduria esprimono la loro solidarietà e la loro vicinanza, per l’ennesima minaccia e intimidazione subita, ad Angelo Bonelli.
Un uomo che da sempre si batte per la legalità e contro ogni forma d’inquinamento, senza piegarsi mai! Continua la lettura di Verdi di Manduria: Solidarietà e Vicinanza ad Angelo Bonelli

Referendum. Ignobile e offensivo attacco dell’Unità a Carlo Smuraglia e all’Anpi.

UnknownI Verdi di Manduria esprimono, al presidente Smuraglia e a tutti gli iscritti all’Anpi, la solidarietà e la loro vicinanza.
“Per la sua storia personale, per la storia dell’Anpi appare ingiusto e violento e incomprensibile l’atto d’accusa commissionato dal giornale l’ Unità.
Appare evidente l’uso del manganello mediatico, del linciaggio ricorrente, in cui purtroppo si segnala l’Unità, contro chiunque vuole opporsi alle deformazioni della Costituzione nel prossimo referendum costituzionale.” (Comitato per il No nel referendum e del Comitato per l’abrogazione dell’Italicum).
Quella che segue è la lettera che il presidente dell’Anpi, Carlo Smuraglia, ha inviato all’Unità in risposta a quella di 70 senatori del Pd pubblicata dallo stesso giornale.
La lettera di Smuraglia è stata pubblicata oggi sul quotidiano l’Unità.
Cari Senatori,
ho letto la vostra lettera aperta e ne capisco le ragioni. Quando si approva più volte una legge, si finisce per affezionarsi. Per di più, siamo già in campagna referendaria e dunque bisogna fare un po’ di propaganda e cercare di mettere in difficoltà chi si colloca, in questo caso, dall’altro lato della barricata. Continua la lettura di Referendum. Ignobile e offensivo attacco dell’Unità a Carlo Smuraglia e all’Anpi.

Verdi Manduria: Sulla Raccolta differenziata a Manduria.

Raccolta differenziata manduriaLa raccolta differenziata è una necessità assoluta . L’opzione se incrementarla o meno non si pone. E questo per due ordini di motivi, uno di carattere sanitario, l’altro economico. Ridurre drasticamente il volume dei rifiuti da avviare a discarica o, peggio, ad inceneritore è essenziale: è scientificamente provato il nesso tra la presenza di questi impianti e il diffondersi di patologie tumorali. Continua la lettura di Verdi Manduria: Sulla Raccolta differenziata a Manduria.

PER UNA STAGIONE DI REFERENDUM SOCIALI: I VERDI DI MANDURIA RACCOGLIERANNO LE FIRME! SCOPRI DOVE.

referendum socialiI Verdi di Manduria raccoglieranno le firme con un banchetto in Piazza Garibaldi – Manduria:
Sabato 14 maggio 2016 dalle ore 18:00 alle ore 22:00 
Domenica 15 maggio 2016 dalle ore 11:00 alle ore 13:00 – dalle ore 18:00 alle ore 22:00.
Due anni di governo Renzi hanno minato alla radice il ruolo della scuola pubblica, privatizzato i beni comuni e i servizi pubblici, aggredito l’ambiente a partire dalle trivellazioni, stroncato l’avanzamento del riciclaggio dei rifiuti per favorire le lobbies degli inceneritori.
Vogliamo invertire questa tendenza, rilanciando conflitto e mobilitazione diffusi contro quelle scelte e avanzando controproposte.
Da qui nasce l’ idea di lanciare un’alleanza sociale dei movimenti: scuola pubblica, acqua, campagna contro la devastazione ambientale e comitato contro il piano nazionale inceneritori.
Lo strumento referendario ci permetterà di abrogare gli elementi più pericolosi della legge 107 sulla scuola, la legislazione che consente le trivellazioni in mare e in terraferma e quanto prevede lo Sblocca Italia rispetto ad un piano strategico per nuovi inceneritori, mentre una grande raccolta di firme per una petizione popolare vuole contrastare la ripresa dei processi di privatizzazione dell’acqua e dei beni comuni.
Solo facendo emergere una discussione di merito su ciascuno di questi temi e proponendo un modello alternativo delle idee di società e di democrazia; solo dando modo ai cittadini di riprendere la parola e ristabilendo il principio della partecipazione diretta e della riappropriazione della sovranità popolare sarà possibile invertire la rotta, coniugando l’interesse generale con una dimensione più sostenibile della vita di ciascuno di noi.
I Verdi di Manduria raccoglieranno le firme con un banchetto in Piazza Garibaldi – Manduria:
Sabato 14 maggio 2016 dalle ore 18:00 alle ore 22:00
Domenica 15 maggio 2016 dalle ore 11:00 alle ore 13:00 – dalle ore 18:00 alle ore 22:00.

Scarica il volantino sintesi – referendum sociali
Scarica il volantino con i quesiti – referendum sociali
Scarica il manifesto 70 x 100 – referendum sociali

Convegno: “Petrolio, ambiente, Stato di diritto, diritto alla conoscenza. Referendum del 17 aprile”

Locandina 12 miglia fuori dal coroProseguono le iniziative di “Giovani per Manduria”, “La Puglia più “e “Federazione dei Verdi” volte a pubblicizzare il Referendum del 17 Aprile e le ragioni del SI.
Martedì 12 aprile in Sala Consiliare a Manduria, dalle ore 18.00, si svolgerà una manifestazione densa di interventi, che avrà il suo culmine nella relazione del tenente Giuseppe Di Bello dal titolo “Petrolio e rifiuti: la criminalità dei colletti bianchi”. Continua la lettura di Convegno: “Petrolio, ambiente, Stato di diritto, diritto alla conoscenza. Referendum del 17 aprile”

Ancora sugli “ambientalismi”

ambientalismi-ambientalismo-320x234

di Cecilia De Bartholomaeis
Le mie riflessioni dal titolo “Ambientalismi”,
apparse sul blog dei Verdi di Manduria, hanno suscitato grande interesse nella Signora Marinosci, che mi commenta (senza nominarmi) sul suo profilo Facebook, onorandomi di ampie citazioni. Ciò mi costringe ad alcune puntualizzazioni.
Le farò in forma sintetica, per non affaticare eventuali lettori. Continua la lettura di Ancora sugli “ambientalismi”

Una riflessione di Cecilia de Bartholomaeis: Ambientalismi.

Ecologismo-vs-consumismo-2Vi sono almeno tre forme di ambientalismo.
C’è quello degli ambientalisti “con partita IVA”: appartenenti ad associazioni, gruppi di pressione, vere e proprie lobby, che dalla frequentazione con le stanze del potere hanno ricavato chiavi e salvacondotti per accessi privilegiati a forme mirate di finanziamento, alla gestione di beni pubblici, all’utilizzo “assistito” degli incentivi concessi dalla legge in materia ambientale. Continua la lettura di Una riflessione di Cecilia de Bartholomaeis: Ambientalismi.

Federazione dei Verdi di Manduria