Nasce a Manduria l’area politica progressista: Manduria ha bisogno di buona politica.

area progressistaManduria ha bisogno di buona politica!
E’ quanto affermato il 19 Marzo u.s. in conferenza stampa
nell’annunciare alla Città la volontà, a partire da alcuni principi condivisi, quali il rispetto della Costituzione, il ripristino delle regole democratiche, la solidarietà, la sostenibilità ambientale, di lavorare alla elaborazione di un progetto politico-amministrativo coerente, credibile e innovativo che la conduca fuori dalla situazione di stallo in cui versa da troppo tempo.

La instabilità che ha caratterizzato le ultime amministrazioni, compresa la presente, con frequenti cambi di maggioranze e di assessori, ha reso impossibile qualsiasi programmazione dell’azione amministrativa finalizzata al raggiungimento di obiettivi di largo respiro. Essa è figlia, come più volte rimarcato, della mancanza , all’interno delle varie coalizioni che si sono presentate agli elettori, di una comune visione degli obiettivi da raggiungere e della condivisione dei metodi per realizzarli in modo trasparente ed efficace. Alleanze elettorali raffazzonate aggregando gruppi politici e singole individualità, eterogenei e spesso in conflitto tra loro, non offrono alcuna garanzia di efficienza e continuità amministrativa.
Vincere le elezioni, aggregando chiunque possieda un bacino di voti a prescindere da tutto il resto, non significa poi ben governare.
Conflitti e contraddizioni interne portano a dover ricercare sempre nuove maggioranze, facendo carta straccia della volontà degli elettori e rendendo impossibile l’ individuazione delle responsabilità di ciascuno.
Da qui nasce la necessità di creare uno spazio di riflessione ed elaborazione dal quale possa scaturire un progetto chiaro ed articolato per governare questa Città,  alternativo all’improvvisazione che l’affligge ormai da molti anni. Uno spazio destinato all’incontro tra le anime che convergono verso un modello di città sostenibile e solidale, aperto a tutti coloro che, pur potendo offrire alla città un contributo di competenze ed esperienze, non sono stati finora posti nelle condizioni di farlo.
Ma pensiamo anche a tanti giovani che oggi sentono la spinta ad operare ed impegnarsi per il bene comune, ai quali vogliamo dedicare la creazione di una vera e propria scuola di formazione politica, che li doti di tutti gli strumenti necessari al ben amministrare.
Per tutto quanto sopra esposto stiamo programmando per la metà del prossimo mese di aprile l’apertura di una “Convention”, finalizzata alla costituzione di un’area di impegno politico di
stampo progressista.
Un soggetto aggregante che vede nella libera partecipazione di singoli e gruppi di cittadini, nel rispetto dell’autonomia di ciascuno, lo strumento per dare vita ad un progetto di città il più possibile condiviso, che sia, appunto per questo, rispondente ai bisogni dei cittadini.